Tagged sara girardi aldebaran

In evidenza

Le costellazioni familiari? sono per tutti al servizio di tutti

Le costellazioni familiari si evolvono in continuazione: sono esperienziali ed agiscono su più livelli di coscienza – multidimensionalità – ricordiamolo sempre. A mio avviso erano già spirituali e multidimensionali e modali ed evoluzionali e power e stacippa… anche quando erano solo sistemiche, giacchè “non esiste un lavoro che agisca su un piano senza risuonare con…

Accetto la Vita?

Accetto la Vita? Se la accetto, me la gioco fino in fondo, la partita. Vita-Morte-Trasformazione-Vita-Morte-Trasformazione-Vita-Morte-Trasformaz… Ci pensavo stanotte, sotto la Luna Piena e percorrendo la strada che luccicava per il ghiaccio. Buio, silenzio, respiro. L’Universo è mio se lo voglio. E’ a mia disposizione. Se ti armonizzi, si armonizza. Se lo accetti, ti accetta. Se…

Oh rana, muovi il culo!

Ogni tanto penso alla storia della #rana bollita, la conoscete? La raccontavo tempo fa ma non ricordo più a chi. Portate pazienza, che inizio ad essere vicina ai 50. Probabilmente la rana quando ce l’hanno lanciata, in pentola, ci si era pure messa comoda, col suo bel materassino gonfiabile, convinta di ronfare beata al calduccio…

La solitudine mi è cara …

La solitudine, per semplificare, a mio avviso deriva da due strade e porta a due orizzonti, uno meraviglioso e irreversibile che è l’amore per se stessi e di conseguenza a scegliere di vivere a pieno la vita che comunque abbiamo scelto fin dall’inizio dei tempi, prima di nascere. Tutto sta nel volerlo ricordare. L’altro è il dolore ma è reversibile verso l’altra direzione: sta solo a noi scegliere se mantenere la solitudine della vittima che si ripara e si lecca le ferite per tutta la vita o per il giusto tempo, per poi tornare nel mondo a prendere ciò che…

Amore a seconda vista: io ti vedo – feat. “un pensiero speciale”

Amare a occhi aperti è amarsi a “seconda vista”, ri-conoscersi… poter dire: “IO TI VEDO” Innamorarsi di una proiezione, dapprima, innamorarci di noi stessi nell’altro, per poi arrivare a vedere un essere umano innanzi a noi, con tutta la sua struttura personale e genealogica che lo ha condotto sino a noi e noi a quell’essere.…