Tag Archives: costellazioni familiari spirituali

Accetto la Vita?

Accetto la Vita?

Se la accetto, me la gioco fino in fondo, la partita.

Vita-Morte-Trasformazione-Vita-Morte-Trasformazione-Vita-Morte-Trasformaz…

Ci pensavo stanotte, sotto la Luna Piena e percorrendo la strada che luccicava per il ghiaccio.

Buio, silenzio, respiro.

L’Universo è mio se lo voglio.

E’ a mia disposizione.

Se ti armonizzi, si armonizza.

Se lo accetti, ti accetta.

Se lo prendi, ti prende.

Se gli dai, ti dá.

Se accetti di vivere, a occhi aperti, senza riserve, lui vive in te, a occhi aperti, senza riserve.

Osservo, mi accorgo, mi affido.

❤️️

SaraMaite

#costellazionifamiliari #universo #naturenatura

http://www.naturenatura.com

Immagine da web

Amore e Coscienza Spirituale

Amore a seconda vista, Amore e Coscienza Spirituale, amore a prima vista, amore e coscienza di sistema

L’Amore di coppia non ha bisogno di “sapere tutto” dell’altro:
l’Amore si affida per sua natura ad un sentire più alto.
L’amore cieco appartiene alla coscienza di sistema, è un’altra forma di Amore, la prima che normalmente, si manifesta, è l’amore “a prima vista”: necessita di conferme, rassicurazione continua e si nutre di proiezioni.
A “seconda vista”, rispetta i percorsi personali, l’Amore.
Rispetta la vita e le caratteristiche di entrambi. Accoglie la diversità come un pregio per portare crescita ad entrambi e alla coppia.
L’Amore che si connette alla Coscienza Spirituale è totalmente libero da qualsiasi pretesa, dipendenza e condizionamento, e restituisce alla vita e al mondo l’Amore cresciuto nella coppia, moltiplicato, mettendosi al servizio di tutti.
#costellazionifamiliari #coscienzaspirituale #amore #amoreasecondavista #amoreaprimavista #verona #padova #mantova
Foto: Tomasz Alen Kopera Art

Fare o non fare, non esiste “tentare”.

Mi piace osservare come all’interno di un gruppo di costellazioni familiari, la realtà e la verità siano disarmanti.
Quando si dice: “se ci metti intento ed energia. E lasci andare la paura, funziona”.
Capita di avere gruppi, anche molto numerosi, formati di persone che vengono per provare, per vedere come va, perché non credono veramente nella loro scelta, ma sono lì per mettere alla prova il metodo, e quando accade, l’energia del campo è debole, si sente la fatica nel sostenere le rappresentazioni, da parte di tutti.

Esattamente come quando un cliente fa una domanda poco potente. La rappresentazione si accascia.

E poi ci sono i gruppi che si compongono di persone che vogliono andare fino in fondo, che si affidano come ci si affida alla vita, e anche quando si è in pochi, il lavoro che emerge è di una preziosità ed efficacia senza pari. Risuonerà in tutti per mesi, come ieri sera.

Come diceva il Maestro Yoda: “fare non provare”.

Le costellazioni sono esattamente questo:

un formidabile specchio.

Un mandala che vi fotografa senza alcuna pietà. Lo create voi, quel disegno.

Perchè se pietà ci fosse, non si scoprirebbe l’immagine nascosta sotto il tappeto. E allora, meglio rimanere a casa, provare non è utile. È solo una perdita di tempo.

Grazie,

SaraMaite
#costellazionifamiliari #starwars #yoda

#voltamantovana #verona #padova
Se vuoi organizzare un gruppo, contattami via wa o sms al 3931159019

Prevaricazione e valore personale 

La violenza e la prevaricazione subite da bambini, possono portarci ad essere adulti che usano violenza e prevaricazione per raggiungere gli obiettivi della vita.

 

Quando osserviamo la loro origine dentro di noi e accogliamo con amore il bambino che non è stato in grado di agire per difendersi da tutto questo, accogliendo la vergogna per l’accaduto, vedendo quanto è stato grande il peso che ci siamo portati dentro, trasformiamo l’accaduto in VALORE PERSONALE, acquisendolo e convertendoci in adulti pronti ad andare nel mondo con un’energia pulita, intensa e gioiosa.
Grazie,

SaraMaite

#costellazionifamiliari #voltamantovana
Immagine da web appartenente ai legittimi proprietari.
(Vuoi organizzare un gruppo? Contattami via sms o wa su 3931159019)

Per te? Per tutti!

Le costellazioni familiari hanno un meraviglioso pregio: partendo dalla coscienza individuale, in connessione con il movimento dello spirito, ci portano alla connessione con la coscienza globale, ci aggiornano e la riaggiornano restituendola nuova e più alta.Quando stiamo costellando lavoriamo per noi stessi e lavoriamo per tutti, non solo per chi sta condividendo il gruppo con noi.


Lavoriamo per gli infiniti mondi dentro e fuori di noi… Per questo chi partecipa a un gruppo, pur non sedendosi sulla fatidica “sedia del costellato”, in realtà ha avuto tutto ciò che serve in quel momento della vita.

La coscienza universale sa.

Il movimento dello spirito sa.

La nostra coscienza individuale si interfaccia costantemente con queste grandezze e nell’affidarsi si rigenera e si aggiorna.

Il lavoro costellativo è oro puro, è pulizia, è innalzamento di vibrazione, è un aggiornamento di coscienza, per tutti.

Per chi c’è e per chi non c’è.

Sempre.
(www.naturenatura.com – SaraMaite Girardi)

Immagine da web

Reprimere il desiderio

mercury_does_not_miss_by_runeneko.png
I desideri messi sistematicamente da parte e nel tempo nemmeno più riconosciuti, perché oggetto di giudizio o frenati dalla paura e dalla vergogna, fanno sì che la nostra volontà perda di chiarezza e che la nostra azione perda di forza:
la volontà viene sabotata, combattendola, e questo ci porta all’OMBRA.
Il passaggio dal plesso acqua al plesso fuoco dopo esserci radicati a terra è fondamentale per non perdere noi stessi e per espanderci nella vita in spazi ben più elevati di aria e comunicazione, visione e conoscenza.
 
(immagine da deviantart.net)

Prese di coscienza o scheletri nell’armadio?

maxresdefault
Chi non ha uno scheletro nell’armadio alzi la mano!
Un post in odore di Halloween 😉
Ogni volta in cui contrastiamo e combattiamo una nostra sofferenza cercando di eliminarla o di eliminare il presunto/la presunta responsabile (la parola presunto/a è fondamentale), ingigantiamo la sofferenza e ingigantiamo il peso della situazione.
A volte si decide anche di eliminare noi stessi in modo fisico o virtuale, convinti di risolvere (la famosa: “rinuncia alla prova”).
Osservazione della situazione e capacità di responsabilizzazione, consapevolezza sulle nostre affermazioni interiori:
“io sto male a causa sua”…
Siamo sicuri/e?
Riscriviamola:
“io sto male perchè IO lascio che questa cosa mi tocchi”.
Chiediamoci piuttosto COME MAI, questa cosa ci tocca così tanto… perchè si è aperta quella porta in noi?
Eliminare la presunta causa della mia sofferenza, non fa altro che spostare l’asse spaziotemporale, per non vedere le radici della stessa che, solitamente, le costellazioni familiari ci insegnano essere molto più profonde e lontane di quanto non ci appaiano.
L’essenziale è invisibile agli occhi, ricordate?
Siamo specchi, dietro lo specchio la realtà.
Un aneddoto fresco fresco: una cliente venerdì sera davanti alla rappresentazione di un vero “disastro” dice:
“che faccio? metto la foto del bisnonno in cantina?”.
XD
Voi che dite… risolve il problema?
Gli scheletri nell’armadio sono abitanti molto scomodi nelle nostre case, spostarli in cantina farebbe la differenza?”.
 Un sorriso,
————————–
Immagine da web
Per costellazioni individuali e di gruppo il mio contatto: 3931159019 via sms o whatsapp
Ringrazio la mia scuola www.associazioneaccademia.com

Campo cosciente condiviso: amore e pretesa

1344604385357STELLE

Oggi vorrei portarvi una riflessione relativamente al “campo” che si determina in ogni gruppo costellativo, una riflessione che nasce dall’esperienza prima ancora che dalla teoria che già ci racconta questa particolarità.
Ogni gruppo determina un campo cosciente condiviso che ci conduce e ci sostiene, una sorta di
“Travaso di coscienze”
il campo protegge con amore i partecipanti e li sostiene, il campo restituisce ai partecipanti unicamente ciò che sono in grado di sostenere e di recepire, nè più nè meno…
Il ruolo del facilitatore è di alimentare, sostenere e tutelare questo campo in costante ascolto e senza forzatura alcuna.
Ogni gruppo è differente e la multidimensionalità delle costellazioni, osservo che dipende direttamente dalla coscienza del gruppo, formata dalle coscienze dei singoli membri in esso conferite, con amore.
“Con amore”…
anche questa variabile determina il livello di coscienza del gruppo: l’amore come una stella, fa volare le costellazioni, la pretesa le riporta a terra e le spegne.
Ogni rappresentazione è un pezzo di coscienza che si svela e che in movimento si sviluppa, di volta in volta, di costellazione in costellazione, come un cammino, un percorso che ci conduce da uno stadio di consapevolezza iniziale a uno finale, alla chiusura del gruppo.
Ogni presa di coscienza del singolo alimenta la coscienza del gruppo e lo arricchisce.
Alla chiusura del gruppo siamo nuovamente ad un punto di partenza e non di arrivo:
abbiamo aperto nuove finestre sul mondo delle nostre ombre portando luce nella giusta misura, adatta per ciascuno per proseguire nel processo di consapevolezza nella vita di tutti i giorni.
Rispetto e gratitudine per questo continuo atto d’amore.
————————–
Immagine da web
Ringrazio la mia scuola www.associazioneaccademia.com