Tag Archives: costellazioni familiari spirituali

L’impronta della farfalla e del serpente

Farfalla tu che volteggi nella luce del mattino, hai conosciuto molte forme prima di prendere il volo

Serpente c’è il fuoco nei tuoi occhi, scuotimi, stimolami, imparerò a comprendere. Il veleno trasmuta, porta la fiamma eterna e aprimi al Paradiso per guarirmi ancora

(Animali sciamanici di guarigione)

La nostra colonna vertebrale ha indubbiamente la forma di un Serpente, simbolo di segreti misteri di conoscenza, sotterranei e oracolari; un incredibile tesoro di memorie nascoste, che al suo interno ospita il midollo spinale, una struttura di materie grigia e bianca, che formano l’immagine di una Farfalla, anzi di parecchie diverse farfalle.

Eppure per molti di noi, la schiena e le sue vertebre, risvegliano memorie di dolori, di sforzi, di pene che preferiremmo dimenticare, e che speriamo non tornino più. Sarà per questo che pensare la nostra colonna spinale come un rettile ci fa paura e ribrezzo, soprattutto perché questo animale è da sempre stato demonizzato non solo nelle leggende dell’Albero della Vita, quale simbolo di tradimento e di peccato; ma anche nella mitologia, poiché viveva sia dentro sia fuori le tenebre e abitava il regno dei morti e da quel terreno fecondo tramandava a nuova vita,

Eppure il coraggioso e terrificante serpente tanto caro ad Asclepio, il divino guaritore dell’antica Grecia che lo conserva avvinto al suo bastone e lo utilizza come spirito ancestrale nelle “guarigioni” e nei processi di trasformazione e ritorno, emerge dalla terra, dalle acque e dall’oscurità della psiche e rappresenta il rinnovamento e la rinascita; la vita nuova, l’energia dinamica della terra, la sorgente creativa che diede origine all’Universo.

Il Serpente dagli occhi senza palpebre che evocano guardiani sovrannaturali, occhi dell ‘inconscio che vedono dove il conscio non arriva, che trasmuta il ciclo vita-morte-rinascita è l’energia del tutto, è la coscienza cosmica ed è l’abilità di fare esperienza.

La Farfalla simbolo di auto-trasformazione, capace di conoscere gli stadi della vita e di cambiarli; di percepire e di far chiarezza nei processi mentali, di passare attraverso lo stadio della larva, del bozzolo, della crisalide per poi nascere e volare via. Come Etain, la fanciulla della leggenda irlandese che venne trasformata in farfalla, andando a ramingo per il mondo fino a quando non assunse di nuovo l’aspetto umano.

La colonna vertebrale è la prova dell’incarnazione di Dio nell’uomo. E’ l’insieme delle nostre vertebre, ma anche la Spada data ad ognuno di noi per tagliare i veli dell’illusione. È il luogo dove si fa la pace tra i due serpenti: quello circolare e quello rettilineo, le due potenze dell’Eros primordiale, maschile e femminile. E’ inoltre l’insieme spazio-temporale dove terra e cielo si riconciliano, l’animale che striscia con la più leggiadra delle creature che volano, la Farfalla.

Ogni punto della colonna si comporta come una porta del Tempo, che consente l’accesso alle tracce profonde di eventi passati che hanno lasciato il segno. Microvortici nel tempo-spazio, dove i chakra sono in continuo dialogo con i meridiani energetici e dove ogni evento doloroso modifica permanentemente il flusso esistenziale dell’individuo, generando asimmetrie che tendono a ripresentarsi con andamento ciclico. E la legge universale di attrazione condiziona il ritorno di antiche ferite sepolte nell’archivio della memoria.

Il dolore è sicuramente un’efficientissima forma di comunicazione non verbale, che viene trasmessa con precisione: il suo messaggio si conserva inalterato e si riproduce senza visibili distorsioni. Ogni esposizione al lutto e a una perdita, impatta con violenza sull’equilibrio e ne mina le risorse difensive.

Charles Darwin, padre della teoria evoluzionistica sosteneva: “Qualunque sia l’etá in cui una variazione compare la prima volta nel genitore, detta variazione tenderá a comparire nei discendenti alla stessa età “.

Esiste però uno strumento in grado di aiutare il nostro Serpente a distaccarsi dai ricordi che generano pene ed afflizioni e a far scaturire la Farfalla e si chiama Cronoriflessologia spinale. Questo tipo di metodologia di supporto agisce sul meraviglioso congegno invisibile poggiato sui punti della colonna vertebrale, che può così essere riparato quando non segna più l’ora giusta.

Come sappiamo per la legge di attrazione che governa molti fenomeni della nostra esistenza, si ripetono continuamente situazioni ed eventi negativi, che hanno vissuto sulla loro pelle i nostri progenitori. Il vissuto di ora è quello di un tempo passato interagiscono tra loro. Lo zaino invisibile, ma estremamente pesante che portiamo sulle spalle è carico del dolore di chi ci ha preceduto e anche se si attiva dentro di noi in modo automatico, non ci aiuta a stare meglio.

I cronocettori spinali all’ interno del nostro Serpente vertebrale conservano fedelmente la memoria di eventi traumatici per almeno 4-5 generazioni. Si genera così l’abrasiva percezione di essere prigionieri di qualcosa o di qualcuno, in una condizione di sincronicitá che in cronoriflessologia si identifica con il termine di allineamento temporale traumatico,  in psicogenealogia viene definita time collapse e che Bert  Hellinger chiama irretimento.

Dobbiamo comprendere che questi apparenti cortocircuiti esistenziali occultano vicende dolorose del passato familiare, che tendono a ripresentarsi con modalità molto affini su un palcoscenico diverso e con nuovi attori: la nostra storia presente e i nostri volti.

Il corpo diviene così il contenitore di memorie biografiche, ogni copia è lo specchio di un grave conflitto emozionale avvenuto in passato dove si agitano i fantasmi di chi lo ha generato che sono i nostri antenati, che recitano all’infinito il loro tragico ruolo e noi vediamo questi eventi non con gli occhi, ma con i nostri geni.

La cronoriflessologia spinale si basa sull’idea che non solo il cervello sia un contenitore delle nostre memorie, ma anche la pelle. Cute e tessuto nervoso condividono la medesima origine embriologica e in corrispondenza della cute che riveste la colonna vertebrale sono stati scoperti 24 punti, sovrapposti alle vertebre mobili che segnano lo scorrere del tempo dalla nascita in poi secondo un ciclo ripetitivo di sessant’anni. Quando un individuo viene sottoposto ad un evento stressante, il ricordo traumatico si fissa sul punto della colonna corrispondente alla sua età. Il punto attivato dal trauma è di solito dolente alla pressione e una volta identificata la fonte, da cui ha origine il malessere, si inquadra l’età nel quale c’è stata l’esposizione. A questo punto osservando la tabella di conversione anni-vertebre, si localizza l’area è là si sottopone a stimolazione.

Ecco quindi che con tecniche di agopuntura, o semplici percussioni digitali, applicazioni di luce bianca, massaggi topici con oli essenziali  o con fiori di Bach, permettiamo al nostro Serpente di far scaturire la Farfalla; onorando i nostri Antenati, la loro voce, il loro sostegno e la loro guida in questo viaggio terreno che compiamo eretti.

Ringraziamo quindi il Serpente che ci orienta verso la comprensione e la sacralità della vita. E ringraziamo la Farfalla che immersa nel nostro midollo invisibile spiega le ali ed emerge pulendo e benedicendo le nostre Radici.

Grazie

Elisabetta Adele

elisabetta.ziliotto@yahoo.it

Immagini di proprietà del web

Per saperne di più

Vincenzo di Spazio Cronoriflessologia spinale guarire dalle ferite degli antenati,  Simplicissimus 2011

Charles Darwin L’origine della specie, BUR Biblioteca Univ. Rizzoli 2009

M. Rao Magici Animali di Potere, Psiche 2 2014

J. Sams Le carte medicina, Amrita Edizioni 2006

 

Vuoi organizzare un gruppo con me di Costellazioni familiari o contattarmi per sedute individuali di Costellazioni e Theta Healing? Messaggiami al 347 5545941

Elisabetta Adele Ziliotto

Quando soffro mi sembra di amare di più …

“Quando soffro amo di più”.

“Non riesco a concepire una relazione senza sofferenza”.

“Tutte le mie relazioni portano alla sofferenza”.

Mamma mi abbracciava con sofferenza e nella sofferenza:

“io come te, mamma”.

Questo è il ricordo che abbiamo dentro? … così le nostre relazioni diventano bisognose e consolatorie.

Una relazione divertente e coinvolgente non ti attira?

Alcuni di noi hanno conosciuto la tenerezza e l’abbraccio solo attraverso situazioni di sofferenza e dolore, talvolta di manipolazione e pretesa, e l’ancoraggio perdura fino alla fase adulta

sino a che non si volge lo sguardo alla “GIOIA come veicolo d’amore e nostro pieno diritto”

e non come a un tradimento del sistema di appartenenza.

Scegliere un uomo o una donna che amano il divertimento, la leggerezza e il sorriso non significa avere una relazione poco profonda.

Al contrario!

Tutto ciò, divertimento e leggerezza, viene confuso facilmente con l’avere una relazione sessuale senza impegno, che spesso copre un profondo disagio e un bisogno smodato d’affetto.

La relazione stabile che cresce nella leggerezza ha a che fare con un’intimità senza pari:

il creare gioia insieme richiede profonda e costante presenza, richiede il crollo degli schemi di appartenenza.

Scegliere una relazione duratura che porti gioia e divertimento per molte persone, uomini e donne, richiede uno sforzo enorme: l’andare oltre uno schema ereditato.

Quando si va oltre l’eredità di sistema scattano le resistenze e i sensi di colpa.

Tutto si supera con l’amore, l’amore non richiede sforzo.

Amore per ciò che è stato e per noi stessi, e con l’accoglienza delle figure genitoriali nel cuore, così come sono state e sono.

Scegliere è possibile, quando ci si dá il permesso di vedere da dove proveniamo e lo si lascia andare facendolo fluire tra i nostri ricordi.

Grazie al gruppo di ieri sera ❤️

Un maschile stabile e forte e un femminile accogliente e rigoglioso, pieni di intensità e amore.

SaraMaite

#costellazionifamiliari

http://www.naturenatura.com

Vuoi organizzare un gruppo nella tua città?

Contattami con un messaggio al 3931159019

Sei tutto tuo padre!

“sei uguale a tuo padre”

“sei uguale a tua madre”

“sei come tuo nonno”

“sei uguale a tua zia”

Ci si tenesse la lingua in bocca ogni tanto!

I rinforzi dell’imprinting attraverso i paragoni con i membri della famiglia – in positivo o in negativo poco cambia – potrebbero essere risparmiati a un figlio/a, riconoscendogli la libertà di essere se stesso/a, osservandolo e amandolo per ciò che è, non per una somiglianza vera o presunta.

Chè spesso identificare quella somiglianza è solo una nostra necessità.

Surfare tra queste onde… è un’arte.

E oggi la si può imparare.

L’Amore è il segreto.

“Armonizzarci con le origini” significa includere in noi il potenziale transgenerazionale dei familiari che ci hanno preceduto, memorie cellulari e avvenimenti, ricordandoci di chi siamo, osservandoci come identità unica, oltre tutto questo, pronti a perderci nuovamente nel Tutto, solidi nella nostra Essenza.

#costellazionifamiliari

#costellazionimultidimensionali

#costellazionispirituali

Sara Maite

http://www.naturenatura.com

Immagine da web

Accetto la Vita?

Accetto la Vita?

Se la accetto, me la gioco fino in fondo, la partita.

Vita-Morte-Trasformazione-Vita-Morte-Trasformazione-Vita-Morte-Trasformaz…

Ci pensavo stanotte, sotto la Luna Piena e percorrendo la strada che luccicava per il ghiaccio.

Buio, silenzio, respiro.

L’Universo è mio se lo voglio.

E’ a mia disposizione.

Se ti armonizzi, si armonizza.

Se lo accetti, ti accetta.

Se lo prendi, ti prende.

Se gli dai, ti dá.

Se accetti di vivere, a occhi aperti, senza riserve, lui vive in te, a occhi aperti, senza riserve.

Osservo, mi accorgo, mi affido.

❤️️

SaraMaite

#costellazionifamiliari #universo #naturenatura

http://www.naturenatura.com

Immagine da web

Amore e Coscienza Spirituale

Amore a seconda vista, Amore e Coscienza Spirituale, amore a prima vista, amore e coscienza di sistema

L’Amore di coppia non ha bisogno di “sapere tutto” dell’altro:
l’Amore si affida per sua natura ad un sentire più alto.
L’amore cieco appartiene alla coscienza di sistema, è un’altra forma di Amore, la prima che normalmente, si manifesta, è l’amore “a prima vista”: necessita di conferme, rassicurazione continua e si nutre di proiezioni.
A “seconda vista”, rispetta i percorsi personali, l’Amore.
Rispetta la vita e le caratteristiche di entrambi. Accoglie la diversità come un pregio per portare crescita ad entrambi e alla coppia.
L’Amore che si connette alla Coscienza Spirituale è totalmente libero da qualsiasi pretesa, dipendenza e condizionamento, e restituisce alla vita e al mondo l’Amore cresciuto nella coppia, moltiplicato, mettendosi al servizio di tutti.
#costellazionifamiliari #coscienzaspirituale #amore #amoreasecondavista #amoreaprimavista #verona #padova #mantova
Foto: Tomasz Alen Kopera Art

Fare o non fare, non esiste “tentare”.

Mi piace osservare come all’interno di un gruppo di costellazioni familiari, la realtà e la verità siano disarmanti.
Quando si dice: “se ci metti intento ed energia. E lasci andare la paura, funziona”.
Capita di avere gruppi, anche molto numerosi, formati di persone che vengono per provare, per vedere come va, perché non credono veramente nella loro scelta, ma sono lì per mettere alla prova il metodo, e quando accade, l’energia del campo è debole, si sente la fatica nel sostenere le rappresentazioni, da parte di tutti.

Esattamente come quando un cliente fa una domanda poco potente. La rappresentazione si accascia.

E poi ci sono i gruppi che si compongono di persone che vogliono andare fino in fondo, che si affidano come ci si affida alla vita, e anche quando si è in pochi, il lavoro che emerge è di una preziosità ed efficacia senza pari. Risuonerà in tutti per mesi, come ieri sera.

Come diceva il Maestro Yoda: “fare non provare”.

Le costellazioni sono esattamente questo:

un formidabile specchio.

Un mandala che vi fotografa senza alcuna pietà. Lo create voi, quel disegno.

Perchè se pietà ci fosse, non si scoprirebbe l’immagine nascosta sotto il tappeto. E allora, meglio rimanere a casa, provare non è utile. È solo una perdita di tempo.

Grazie,

SaraMaite
#costellazionifamiliari #starwars #yoda

#voltamantovana #verona #padova
Se vuoi organizzare un gruppo, contattami via wa o sms al 3931159019

Prevaricazione e valore personale 

La violenza e la prevaricazione subite da bambini, possono portarci ad essere adulti che usano violenza e prevaricazione per raggiungere gli obiettivi della vita.

 

Quando osserviamo la loro origine dentro di noi e accogliamo con amore il bambino che non è stato in grado di agire per difendersi da tutto questo, accogliendo la vergogna per l’accaduto, vedendo quanto è stato grande il peso che ci siamo portati dentro, trasformiamo l’accaduto in VALORE PERSONALE, acquisendolo e convertendoci in adulti pronti ad andare nel mondo con un’energia pulita, intensa e gioiosa.
Grazie,

SaraMaite

#costellazionifamiliari #voltamantovana
Immagine da web appartenente ai legittimi proprietari.
(Vuoi organizzare un gruppo? Contattami via sms o wa su 3931159019)

Per te? Per tutti!

Le costellazioni familiari hanno un meraviglioso pregio: partendo dalla coscienza individuale, in connessione con il movimento dello spirito, ci portano alla connessione con la coscienza globale, ci aggiornano e la riaggiornano restituendola nuova e più alta.Quando stiamo costellando lavoriamo per noi stessi e lavoriamo per tutti, non solo per chi sta condividendo il gruppo con noi.


Lavoriamo per gli infiniti mondi dentro e fuori di noi… Per questo chi partecipa a un gruppo, pur non sedendosi sulla fatidica “sedia del costellato”, in realtà ha avuto tutto ciò che serve in quel momento della vita.

La coscienza universale sa.

Il movimento dello spirito sa.

La nostra coscienza individuale si interfaccia costantemente con queste grandezze e nell’affidarsi si rigenera e si aggiorna.

Il lavoro costellativo è oro puro, è pulizia, è innalzamento di vibrazione, è un aggiornamento di coscienza, per tutti.

Per chi c’è e per chi non c’è.

Sempre.
(www.naturenatura.com – SaraMaite Girardi)

Immagine da web

Reprimere il desiderio

mercury_does_not_miss_by_runeneko.png
I desideri messi sistematicamente da parte e nel tempo nemmeno più riconosciuti, perché oggetto di giudizio o frenati dalla paura e dalla vergogna, fanno sì che la nostra volontà perda di chiarezza e che la nostra azione perda di forza:
la volontà viene sabotata, combattendola, e questo ci porta all’OMBRA.
Il passaggio dal plesso acqua al plesso fuoco dopo esserci radicati a terra è fondamentale per non perdere noi stessi e per espanderci nella vita in spazi ben più elevati di aria e comunicazione, visione e conoscenza.
 
(immagine da deviantart.net)

Prese di coscienza o scheletri nell’armadio?

maxresdefault
Chi non ha uno scheletro nell’armadio alzi la mano!
Un post in odore di Halloween 😉
Ogni volta in cui contrastiamo e combattiamo una nostra sofferenza cercando di eliminarla o di eliminare il presunto/la presunta responsabile (la parola presunto/a è fondamentale), ingigantiamo la sofferenza e ingigantiamo il peso della situazione.
A volte si decide anche di eliminare noi stessi in modo fisico o virtuale, convinti di risolvere (la famosa: “rinuncia alla prova”).
Osservazione della situazione e capacità di responsabilizzazione, consapevolezza sulle nostre affermazioni interiori:
“io sto male a causa sua”…
Siamo sicuri/e?
Riscriviamola:
“io sto male perchè IO lascio che questa cosa mi tocchi”.
Chiediamoci piuttosto COME MAI, questa cosa ci tocca così tanto… perchè si è aperta quella porta in noi?
Eliminare la presunta causa della mia sofferenza, non fa altro che spostare l’asse spaziotemporale, per non vedere le radici della stessa che, solitamente, le costellazioni familiari ci insegnano essere molto più profonde e lontane di quanto non ci appaiano.
L’essenziale è invisibile agli occhi, ricordate?
Siamo specchi, dietro lo specchio la realtà.
Un aneddoto fresco fresco: una cliente venerdì sera davanti alla rappresentazione di un vero “disastro” dice:
“che faccio? metto la foto del bisnonno in cantina?”.
XD
Voi che dite… risolve il problema?
Gli scheletri nell’armadio sono abitanti molto scomodi nelle nostre case, spostarli in cantina farebbe la differenza?”.
 Un sorriso,
————————–
Immagine da web
Per costellazioni individuali e di gruppo il mio contatto: 3931159019 via sms o whatsapp
Ringrazio la mia scuola www.associazioneaccademia.com