Tag Archives: costellazioni familiari ferita maschera

La maschera è importante … non solo a Carnevale!

Il linguaggio del corpo ha sempre un senso, attraverso i suoi sintomi fisici il corpo ci avverte che abbiamo indossato inconsapevolmente una maschera:

“Weilà! Non mi hai ascoltato!
ti svegli e torni a riallinearti con la tua Essenza?”

Continuiamo a “credere” che i dolori siano causati dalla borsa della spesa, dal mouse del pc, da un bambino da prendere in braccio, i virus ci attaccano, le cellule impazziscono (che sfiga ragazzi)… sono meravigliosi alibi che sostengono la “maschera” di cui il sintomo ci avvisa.

Tutte maschere che finchè saranno utili per proteggerci dal dolore di avere gli occhi aperti di fronte agli accadimenti della nostra vita, avranno ragione di esistere.

Benedetta sia la maschera inconsapevole che ci protegge perchè se venisse tolta prima del tempo non servirebbe a nessuno.

Il carnevale è un’esposizione di maschere, utilissime maschere che stranamente, sempre meno gente ha voglia di indossare…
Perchè le maschere sono importanti e fanno parte di noi.
Ma ci dicono che non va bene, ormai lo sanno tutti che le maschere sono da condannare. Solo quelle di dolore sono più ammissibili di altre.

Quando siamo mascherati siamo protetti e siamo noi stessi esattamente allo stesso modo in cui lo siamo quando siamo senza. E’ un’espressione di noi in quel momento.
La maschera sei tu in un certo momento, non è falsità.

Ci pensavo in questi giorni, dove osservo che tutti sono disposti a mascherarsi di sangue e di morte ad Halloween forse perchè rappresenta una sorta di condizione reale interiore di massa …
ma a Carnevale, mascherarsi per ridere e divertirsi è come se non fosse più permesso, nemmeno tra gli adolescenti.

Dov’è finito il cuore che ha voglia di ridere e divertirsi sdrammatizzando con un travestimento?
Quali saranno i sintomi di questa assenza di gioia nel tempo?

Mascherarsi è un gesto simbolico e catartico di enorme importanza e ci siamo tolti il permesso di farlo, coprendolo con lo scherno, con la scusa dell’assenza di tempo, togliendoci l’opportunità di giocare e di darci il permesso di essere qualcun altro almeno una volta l’anno.

Son cose solo da bambini gli scherzi di carnevale, le maschere per ridere e scherzare da adulti non servono più.
#mainagioia

Vi piace, vero?

A me no.

SaraMaite


Vuoi organizzare un gruppo con me?

sara.girardi@icloud.com
messaggiami su 393 1159019

 

Sei pronto per guardare oltre la tua maschera?

Autore Tomasz Alen Kopera

Autore Tomasz Alen Kopera

Ogni volta che un corpo parla, ci racconta di noi, della maschera che abbiamo indossato per proteggerci per tanto tempo.

Il corpo lo fa fin dalla nascita, ci parla e si predispone all’avventura della vita prima ancora del nostro incarnarci attraverso il travaso di memorie cellulari.

Ogni nostra ferita arriva da lontano e la portiamo con noi per accoglierla e guarirla in questa vita: attraverso il lavoro costellativo possiamo imparare a osservare, accogliere, amare e passare oltre, liberando pezzi della nostra anima e della nostra energia annegati in questo pozzo senza fondo che tanto invece hanno da insegnarci se portati alla luce e alla vita.

Puoi farti un regalo: regalati una costellazione multidimensionale e spirituale.

SaraMaite


Un ottimo libro per prendere coscienza delle tue ferite: “Le 5 ferite e come guarirle” di Lise Bourbeau, Edizioni Amrita

Altre interessantissime indicazioni puoi trovarle tra gli scritti e i video di Alexander Lowen, il padre della bioenergetica… buon viaggio!!!