Tag Archives: campo quantico

Le costellazioni familiari? sono per tutti al servizio di tutti

Le costellazioni familiari si evolvono in continuazione:
sono esperienziali ed agiscono su più livelli di coscienza – multidimensionalità – ricordiamolo sempre.
A mio avviso erano già spirituali e multidimensionali e modali ed evoluzionali e power e stacippa…
anche quando erano solo sistemiche, giacchè
“non esiste un lavoro che agisca su un piano senza risuonare con un altro”.
La risonanza dona un effetto domino.

Le sentirete vendere come rinnovate e diverse, le sentirete chiamare in millemila modi diversi ma sempre quelle saranno, perchè chi decide è il CAMPO.
 
Sempre, come sempre, nella vita… che lo si voglia o meno, il brodo primordiale in cui siamo immersi è più grande di noi e siamo noi e non siamo solo noi.
 
Le costellazioni non sono del costellatore, e non sono dei rappresentanti nè dei convenuti al gruppo, e lo sono:
le costellazioni non appartengono a nessuno e appartengono a tutti.
 
Il costellatore facilita, non dirige e non interpreta, ma ascolta e osserva rimandando ciò che è.
E anche quando pensa di dirigere non sta dirigendo, è solo una pedina nelle mani del campo.
Le costellazioni allenano l’ego: “ridimensionati”, dicono.
E lo dicono a tutti, ad ogni convenuto, anche ai rappresentanti, che come sempre, insieme a coloro che restan sulla sedia a guardare, sono pervasi dalla stessa energia e potenzialità di cambiamento e rinnovamento.
 
Un fatto a mio avviso è sempre vero:
sono in evoluzione continua negli anni, le costellazioni – ormai 11 per me di esperienza diretta – sono infinite nelle loro possibilità di manifestazione.
Le ho viste cambiare in continuazione, elevarsi, strutturarsi, destrutturarsi, mutare di energia, nella loro multidimensionalità, prestarsi ad ogni esigenza, ad ogni richiesta di aiuto dalla più umile alla più pretenziosa, restituendo ciò che è, con chiarezza disarmante.
 
Esse rispecchiano quel campo di coscienza più alto che di volta in volta negli anni, nei mesi, nei giorni, in ogni istante, si riaggiorna grazie alle esperienze di tutti e alla crescita di coscienza di tutti.
 
L’esperienza costellativa null’altro è che esperienza di vita riprodotta in un ambiente “protetto”:
tutto ciò che accade è vita di ogni giorno, che se apriamo gli occhi può essere la chiave per vivere nel mondo con coscienza costante e in altrettanta protezione:
 
L'”affidarsi” al Campo, non è per pochi, non lasciatevelo dire mai!
L’affidarsi al Campo è per tutti ed è eterno.
 
Sara Maite