La solitudine mi è cara …

gif animata da web

gif animata da web

La solitudine, per semplificare, a mio avviso deriva da due strade e porta a due orizzonti, uno meraviglioso e irreversibile che è l’amore per se stessi e di conseguenza a scegliere di vivere a pieno la vita che comunque abbiamo scelto fin dall’inizio dei tempi, prima di nascere.
Tutto sta nel volerlo ricordare.
L’altro è il dolore ma è reversibile verso l’altra direzione: sta solo a noi scegliere se mantenere la solitudine della vittima che si ripara e si lecca le ferite per tutta la vita o per il giusto tempo, per poi tornare nel mondo a prendere ciò che ci spetta, che non è ciò che vogliamo, sia chiaro che è diverso.
La solitudine per alcuni è ristoro e amore, ricostruzione e riposo, amore verso se stessi e gioia di tornare tra gli altri, da sempre la si vive così, ma si è in pochi ad avere già dentro questa qualità dell’essenza.
Per i più la solitudine è un passaggio obbligato, dettato dalle ferite interiori primarie, poi tutto ciò che accade dopo, è niente altro che ologramma di ciò che già è accaduto e non è mai stato sanato.
Quando la solitudine dolorosa ha finito il suo sporco ma utilissimo lavoro di farci capire che nasciamo e moriamo soli, nonostante possa esserci stato l’amore di qualcuno con noi, arriva la felicità di saper cogliere ciò che abbiamo a portata di mano così com’è e cogliere qualsiasi cosa accada come una vera opportunità. Ma ci vuol tempo. E il tempo ci viene donato dal silenzio e dal fare, passo dopo passo, silenziose mosse dettate dal sentire, non dall’istinto, non dalla razionalità, unicamente da ciò che emerge dal campo magnetico del cuore.

 

Alcuni Fiori di Bach che potrebbero essere adatti: Water Violet (quando è una scelta consapevole che porta all’isolamento eccessivo ma senza vittimismo), Willow (quando ci si isola entrando nella sindrome da piccola fiammiferaia), Mimolus (quando per paura che ci accadano cose che non vogliamo più affrontare, ci allontaniamo dal mondo), Clematis (quando non c’è interesse per la vita in questa dimensione, quando l’assenza di radicamento ci porta fuori dalla vita di tutti  i giorni e ci fa perdere di vista la concretezza) …

Abbracci…

SaraMaite

gif animata da web di proprietà dei legittimi autori

Lascia un Commento, Grazie!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...