Ombra, giudice e senso di colpa

Quando da piccoli ci impediscono di essere noi stessi, riempiamo il nostro zainetto di ombra, un’ombra fatta di tutto ciò che abbiamo messo da parte… 


Il senso di colpa è il guardiano della nostra ombra. 

E’ il giudice interiore pronto a intervenire con gli occhi addosso, con parole di disprezzo, con blocchi fisici improvvisi.

Guardare negli occhi quel giudice perchè si sposti e finalmente ci consenta di vedere cosa è di nostra legittima proprietà, è un obiettivo fondamentale. Finalmente quel giudice riconoscerlo, accoglierlo, amarlo e lasciarlo andare, porta all’integrazione dell’ombra e a far sì che non sia più un nostro punto debole, un punto oscuro che ci domina ma un nostro irrinunciabile punto di forza.

By SaraMaite


Immagine da web appartiene ai legittimi proprietari.

Libro consigliato: Robert Bly, Il piccolo libro dell’ombra, Red Edizioni, Milano 2012

2 thoughts on “Ombra, giudice e senso di colpa

Lascia un Commento, Grazie!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...