“Dei fatti altrui” – una riflessione (avere il coraggio di farsi i propri)

Una gestazione, questa vita.

A te, che pensi di poter vivere al posto mio le esperienze che mi si presentano quotidianamente,
che credi di avere soluzioni migliori delle mie …

A te, dedico questi dieci minuti.
Ne faccio dono universale e ti do un po’ del riconoscimento che cerchi, in attesa che tu riesca a chiederlo con umiltà, ai tuoi genitori.
Quel giorno, sarà una festa per te e per loro.

Onorata di conoscere un mago o una maga.
Onorata e grata, per l’occasione che mi stai dando.

Ti auguro di Cuore, di essere al mio posto, di percorrere e sperimentare e di godere e di soffrire,
una gestazione lenta e continua, come è stata ed è tuttora la mia, fatta di tutto ciò che riterrai opportuno vivere, in base a ciò che la vita ti propone,
e di avere il coraggio di dare alla luce ciò che covi,
qualsiasi cosa sia, e di riuscire a divorare ciò che partorisci,
restituendo al sistema, un fiore e un frutto.

Il mago di Segrate
Il mago di Segrate

Stai al tuo posto, mentre io sto al mio, caro “compagno di viaggio”.
Non puoi sapere cosa è giusto o non giusto fare se fossi in me.
Non sei IN me, anche se siamo tutti uniti.
Puoi conoscere l’inconoscibile?

Quando pensi di sapere e di conoscere “il mio” percorso, e di poter prendere il posto che al momento occupo, forse temi di prenderti cura della tua vita.

Quando dici che avresti fatto di “meglio” al mio posto, ti auguro presto di esserci e di essere pronto ad affrontare le mie prove, c’è spazio per tutti, accomodati. Saranno le tue. Sapresti sostenere il peso delle mie scelte e delle mie responsabilità?

Ti lascio ai tuoi pensieri, che diventano materia dentro te, e te li restituisco e ti auguro di trovare il coraggio di andare incontro alla vita, la tua vita.

L’unico percorso possibile è il nostro, quello che viviamo di giorno in giorno,
scegliendo e accogliendo i ruoli che la vita ci assegna e le responsabilità che essi comportano, una volta accettati.

Mi affido e resto nella mia gestazione, lascio a te, la tua ❤
sapendo che dalle nostre gestazioni, scaturiranno risultati utili per la coscienza di tutti.

SaraMaite

Di cacca è pieno il mondo e convertirla, con amore e lasciando andare l’ego, in frutti, è ciò che fa la differenza in questo giro di giostra


Fonte immagine: il web

2 thoughts on ““Dei fatti altrui” – una riflessione (avere il coraggio di farsi i propri)

Lascia un Commento, Grazie!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...