La Casa parlante: i simbolismi, acqua e tubature.

Giorno dopo giorno la casa di Alex dà segni continui di disfunzione che le fiaccano il morale, la stancano, la snervano!!!

“Sara!!! Un mese fa le valvole del termosifone della cucina e prima ancora la lavatrice con la guarnizione rotta, pavimento allagato e parquet rovinato! Ora tocca al bagno! Cos’è questa sfiga nera che mi perseguita?”

“Alex, la vita di giorno è fatta di simbolismi esattamente quanto la nostra attività onirica notturna.

Non esiste distinzione alcuna tra il giorno e la notte”.

idraulico

La Casa è come se ti dicesse: “Vattene! Alzati! muoviti! fai qualcosa!!!”, la casa sei tu, è la culla che tu informi quotidianamente con gli avvenimenti della tua vita e con le tue emozioni e con i tuoi pensieri.

Ieri sera Alex mi racconta dell’ennesimo casino: il tubo dell’acqua di scarico del lavandino del bagno in panne.

Perde lo scarico ed al contempo è intasato: scende sempre meno, l’acqua, che resta minuto dopo minuto a fissarla mentre attende di defluire. Occhi negli occhi con l’immagine di se stessa allo specchio, attende che il liquido che ha accolto la sua pulizia quotidiana “alta” se ne sia scivolato via.

“Dovrò aprirlo per vedere che succede”, si ripete Alex con tutta la sua buona volontà.

L’idraulico non lo può pagare, è un momento nero sotto il profilo economico e quindi: “Fai da te!”.

Questo è un chiaro messaggio.

Alex nelle intenzioni lo fa, nella realtà no.
“Sara mi aiuti? come mai non riesco a reagire?”

Questo non è ammissibile, si tratta della TUA vita quotidiana Alex! … e poi il bagno lo usano tutti, anche la tua famiglia ed i tuoi ospiti!
Il bagno soprattutto lo usi TU! Il bagno è la stanza della purificazione, della liberazione, va mantenuto in efficienza.

“Dovrebbe esser sufficiente come molla per muoverti … non trovi?”

Questo se lo ripete da ieri sera ma non trova la forza di affrontare l’intaso.

Azzardo un’interpretazione Jodorowskyana del sincronismo: lo coglierà?
“Alex, cosa non funziona nella tua vita? Dove sei intasata? al punto tale che il tubo scoppia e perde acqua?”
“Ci vogliamo entrare in quell’intaso e fare pulizia?”

“Razionalmente sì”.
“Nei fatti … nemmeno un po’. Solo fuffa per confonderti, vero?”

Tant’è che, a livello superficiale ha fatto qualcosa: mi dice di aver eliminato tutto il contenuto dell’armadietto, di aver spostato tutto nella vasca, di aver pulito la perdita e lasciato asciugare.

“MA… MA… il tubo manco l’hai toccato!!!”

“Sara, non parlarmi così, mi ricordi mia madre!”
Eccoci.

“Alex, sono mesi che mi racconti che l’intaso ti impedisce di usare bene il lavandino, che diamine stai aspettando?”

“Nel tubo è raccolto il problema! Aprilo!”

Ora sbotti: “PERCHE’ NON VOGLIO APRIRE QUELLA CAZZO DI PORTA?”
“Sara ti prego, dimmelo tu!!! Cosa c’è in quel maledetto scarico intasato?”

“Tesoro lo sai che non sta a me dirtelo, solo tu hai la chiave di apertura di quella porta”.

Ma la vita ora ti ha donato questo simbolismo: “Usiamolo per vedere qualcosa di te!”

“Alex, vieni qui, ascolta, torniamo indietro di qualche mese”… “Ricordi le valvole del termosifone che non tenevano più? troppo calcare?” e … “Ripensando alla lavatrice, ha problemi molto semplici: si è tagliata la guarnizione dell’oblò, quando l’acqua sale di livello, esce da tutte le parti. Questo è il danno”.

“Già, non capisco come sia potuto accadere! Come ha fatto a tagliarsi!”
“Sedimentazioni non eliminate immagino…”

Anche in questo caso l’idea è: non tengo più nulla. Se arrivi oltre, quell’eccesso esce.

Il messaggio è lo stesso.

Intaso – sedimentazione – eccesso – fuoriuscita – rottura

“In questo caso però non posso riparare nulla con le mie mani, la guarnizione è in gomma, non saprei come sistemarla. Può solo essere cambiata! Ed io per ora non posso pagare nessuno!”

“Ok Alex, vorrà  dire che ti sta insegnando che bisogna imparare ad arrangiarsi, a imparare a lavare, pulire, le tue cose in modo differente per un po’, assumere per un po’ di tempo un differente punto di vista! Toccare con mano la tua sporcizia, imparare a ripulirla da sola”.

Cosa ci troverai?

Interessante, no? e poi potrei suggerirvi di cercare il significato dell’acqua nelle varie culture, il legame con la rigenerazione, la pulizia, il parallelismo tubi/reni/ureteri, il parallelismo tra le valvole e la vescica urinaria… C’è tutto un mondo intorno… L’acqua è la rigenerazione ed al contempo l’elemento cardine dell’emozione della paura, legame con il sangue, gli ormoni, la circolazione.

Quanti simbolismi ci insegnano le nostre case, se solo fossimo in grado di notarli… quanto la nostra Casa, il nostro Nido, ci parla di noi?

Ah a proposito… novità di quest’anno: da 15 gg vengono sul balcone di Alex, a lato cucina-soggiorno (openspace), due tortore dal collare orientale… Ne cerco il simbolismo, ed incappo in questo link esilarante http://xeno-canto.org/77301

😀

Ma questa è un’altra storia, ne riparliamo al prossimo racconto.

______________________________________________

Buona settimana!
By SaraMaite

Lascia un Commento, Grazie!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...